L’abitudine della pubblicità sui siti web

Come è cambiato il modo di guardare i siti web da parte dell’utente negli ultimi tempi e come vengono recepiti gli spazi adv…

E’ vero quando navighiamo nel web, le pubblicità che compaiono nei siti a volte sono troppo invasive e finiscono con l’infastidire.

Diciamo che statisticamente sono molto apprezzate le pagine web “quasi” prive di spazi adv, tuttavia emerge che nel corso dell’ultimo anno, i siti con maggiore gradimento sono quelli che hanno un rapporto pubblicità-contenuti con un corretto bilancio.

In poche parole un sito con tanti banner da fastidio ma, un sito che non ha banner viene recepito dall’utente finale come “piccolo”, non importante e per tanto “non affidabile”.

Proprio così, sembra che i siti con un numero di spazi adv adeguato hanno un traffico buono o quantomeno una percentuale di rimbalzo accettabile, di contro i siti con tanta pubblicità o con poche inserzioni hanno una frequenza di rimbalzo molto più alta.

Dunque l’esperienza degli utenti cambia, in sostanza il fruitore del web comincia a considerare come affidabile i siti con una presenza pubblicitaria ben studiata e ben programmata, quando viene raggiunto il giusto equilibrio tra adv e contenuti si ha una migliore percezione di affidabilità della pagina web e del sito stesso.

Quindi l’utente medio ha sviluppato un’abitudine che sempre di più si avvicina alla fruizione dei contenuti con una presenza advertising moderata e poco impattante ma mai assente.

 

Scopri come avere una pubblicità non invasiva per il tuo sito web >>

By Published On: 30/09/2022

Leave A Comment

Articoli correlati: